Il delta di Venere

Your awesome Tagline

0 note

Konstantin Kacev

Konstantin Kacev è nato in Taschent (SSSR) nel 1967 dove ha vissuto fino al 1983 anno.

Ha continuato gli studi secondari a Skopje fino al 1986, e nel 1995 si laurea presso la Facoltà di Belle Arti - Skopje presso il dipartimento di pittura, conservazione e restauro.

Per molti anni aveva lavorato presso il Dipartimento di Cultura e conservazione specializzata nella tutela dei monumenti come freelance dipinto murale conservatore della Repubblica.

Dal 1999 si è trasferito nel suo studio e partecipa a numerose mostre in tutta la Macedonia e diverse mostre personali a Parigi ea New York nel 2005.

Vive e lavora a Skopje, Repubblica di Macedonia.

Archiviato in Konstantin Kacev pittori russi il nudo nella pittura Il nudo nell'arte Il nudo women as art

4 note

Ramón Casas i Carbò

Ramón Casas (Barcellona4 gennaio 1866Barcellona29 febbraio 1932) è stato un pittore spagnolo, famoso per i suoi ritratti e caricature della buona società di Barcellona, Madrid e Parigi. Divenne famoso anche per i suoi quadri sulle rivolte sociali. Fu anche disegnatore grafico e cartellonista pubblicitario, mezzi con cui diffuse il movimento modernista.

Figlio di una famiglia benestante, il padre aveva fatto fortuna a Cuba e la madre proveniva da una ricca famiglia, rivelò presto la sua inclinazione per l’arte.
Ancora adolescente, nel 1881, si recò a Parigi dove frequentò l’Accademia Carolus Duran e la Accademia Gervex.
L’anno dopo espose alcuni lavori a Barcellona ma fu nel 1883 che un suo autoritratto esposto a Parigigli valse l’invito come membro del salone della Societé d’artistes françaises.

Negli anni seguenti dipinse e viaggiò molto, soprattutto a Parigi, stringendo amicizia con Eugène CarrièreIgnacio Zuloaga e Santiago Rusiñol. Con quest’ultimo collaborò illustrando alcune sue pubblicazioni e a Parigi esposero alla Sala Parés nel 1890 insieme allo scultore Enric Clarasó. Questi lavori ancora accademici risentivano già delle prime esperienze degli impressionisti francesi annunciando quello che sarebbe poi stato definito modernismo.
Tornato in Spagna si stabilì a Barcellona dove nel frattempo le avanguardie influenzate da Parigi acquisivano una loro autonomia specificatamente catalana. Il loro centro di aggregazione era il bar Els 4 Gats[2]
Mentre Ramón Casas si stava già affermando come pittore, nel 1899, fece una personale alla Sala Parés, si dedicò anche alla grafica realizzando manifesti pubblicitari per alcune aziende nello stile art noveau precursore del Modernismo. Strinse amicizia con il pittore Aureliano de Beruete.
Partecipò alla Esposizione universale di Parigi del 1900, a Monaco ebbe un riconoscimento, espose a Buenos Aires e a Barcellona dal 1902 suoi quadri furono permanentemente esposti al Círcolo del Liceo, club esclusivo associato al teatro dell’Opera della città.


Nel 1904 il suo quadro La carga che illustra la carica di un Guardia Civil a cavallo contro un dimostrante indifeso, guadagna il primo premio alla Esposizione Generale di Madrid. Nello stesso anno realizza nella capitale una serie di caricature di personaggi bella buona società madrilena come Joaquin Sorolla e Agustín Quero, scultore ufficiale del governo spagnolo. Nello studio di quest’ultimo realizzò il ritratto equestre del re Alfonso XIII che poi fu acquistato dal collezionista nord-americano Charles Deering. Con quest’ultimo viaggia per tutta la Catalogna nel 1908. Successivamente si reca a Cuba e negli Stati Uniti dove dipinge una dozzina di ritratti ed esegue una trentina di disegni al carboncino per gli amici e i soci di Deering.


Tornato a Barcellona dona al Museo della città 200 disegni al carboncino precedentemente esposti alla galleria Fayanç Català.
Prima dello scoppio della Prima guerra mondiale viaggiò molto visitando le capitali europee dove fece importanti esposizioni. Nel 1913 comprò una torre nel quartiere di Sant Gervasi a Barcellona dove fissò la sua residenza.
A Barcellona nei suoi anni migliori si affermò come ritrattista e anche come paesaggista. Nel 1922 sposò la sua modella Júlia Peraire, di 22 più giovane.

            

Muore il 29 febbraio 1932, un anno dopo il suo amico Santiago Rusiñol, ma ormai era considerato un personaggio più del passato che del presente.
Fu sepolto nel cimitero di Montjuïc di Barcellona.

Archiviato in Ramón Casas i Carbò pittori spagnoli il nudo nella pittura Il nudo nell'arte Il nudo women as art

1 nota

Francesco Pezzella

Nato a Napoli nel 1954, città dove attualmente vive e lavora. Pittore autodidatta,predilige il figurativo.

Ha esposto in numerose personali e rassegne conseguendo premi e riconoscimenti di rilievo. Le opere di Pezzella esprimono amore e attrazione per le figure femminili, accostate ad oggetti di sapore antico e nostalgico.

Le opere di Pezzella esprimono amore e attrazione per le figure femminili, accostate ad oggetti di sapore antico e nostalgico. Con fine sensibilità, con assoluta padronanza del segno e di un articolato cromatismo, egli rielabora visioni pervase di suggestive armonie, in cui vibrano valori estetici e spirituali di grande levatura.

 

Archiviato in Francesco Pezzella pittori italiani Il nudo nell'arte il nudo nella pittura Il nudo women as art

8 note

Gaston Goor

Gaston Goor (Luneville, 26 ottobre 1902 - Toulon, 1977 ) è un pittore, illustratore e scultore francese il cui lavoro, molto concentrato su temi pederastia o omosessuale , è rimasto relativamente riservate.

Nato a Luneville nel 1902, Gaston Goor è l’Ecole des Beaux-Arts de Nancy e si trasferì a Parigi nel 1925. Questo è stato dopo l’incontro con André Gide, illustra libri quaranta edizioni Capitol. Ci sono anche disegni nella rivista L’Illustration , tra cui uno dedicato al Colonial Esposizione Internazionale del 1931 comandato dalmaresciallo Lyautey 1 . Rimosso a Hyeres, è morto di cancro in un ospedale di Tolone 13 Dicembre 1977.

Archiviato in Gaston Goor pittori francesi il nudo nella pittura Il nudo nell'arte Il nudo children in art

3 note

Michael Leonard

Nato in India nel 1933 da genitori britannici e nel 1945 alla fine della guerra in Europa, tornato in Inghilterra per completare la sua formazione. Nel 1954, dopo due anni di servizio militare nell’esercito, ha frequentato la School of Art di Londra di San Martino e ha studiato design Commerciale e illustrazioni, (soggetti che, al momento sembravano più probabilità di belle arti di fornire me con un futuro sostenibile) . Con il tempo ha lasciato la Scuola d’Arte, nel 1957 stava già lavorando come illustratore freelance e per molti anni è stato occupato produzione di opere d’arte per i libri, le riviste, la pubblicità e la stampa. Gran parte del lavoro in offerta era stimolante e divertente, ma dopo un po’ ha sentito il bisogno di esprimere una visione più personale. Visite ora di pranzo alla Galleria Nazionale alimentati con una crescente ambizione di rendere le immagini per il muro piuttosto che la 
pagina - lavoro che sarebbe vissuta in originale piuttosto che 
nella riproduzione.

Il nudo, in particolare il nudo maschile, è stato un tema ricorrente. I quadri sono di solito in movimento o in uno stato di transizione, ma anche quando sono a riposo dinamismo è fornito dal disegno del quadro. Questo può essere visto in Vanitas, (un uomo che dorme cullando un teschio) angurie, (un torso come parte di un ‘tableau’ con frutta) e nella Melograno uomo e Nettarina uomo. Quasi tutti i suoi quadri del nudo si basano su disegni che, oltre ad essere studi preparatori, sono fini a se stesse.

Ritratti in Time è una serie di disegni più complessi che traspongono le facce contemporanea all’arte del passato. Questi disegni sono in una categoria a parte, poiché comprendono anche un elemento di gioco. Come il resto del mio lavoro ma sono celebrativo e progettati per stimolare l’immaginazione.

Archiviato in Michael Leonard pittori Inglesi Il nudo nell'arte il nudo nella pittura Il nudo men as art male art